Gestire un business online ha i suoi vantaggi, ma allo stesso tempo segue, per certi versi, regole differenti dalle vendite negli store fisici.

Tra i vantaggi e le risorse che il web ha da offrire agli imprenditori digitali, figura brillantemente una ramificazione del digital marketing che sta, giorno dopo giorno, acquisendo sempre più attenzione e rilevanza: il marketing automation.

Tramite l’automatizzazione di alcune delle più ripetitive – quanto fondamentali – azioni di marketing, è possibile regalare ad ogni cliente un’esperienza coccolante, fatta di attenzioni e comunicazioni puntuali e personalizzate.

Tutto questo è possibile grazie ai workflow, termine che sta ad indicare i flussi di lavoro che è possibile creare mediante gli appositi tools e strumenti di marketing automation disponibili.

In questo articolo, vedremo insieme, step by step, come realizzare un workflow basic fondamentale per gli e-commerce.

Questo ti farà capire come muovere i primi passi nell’appassionante e super utile mondo del marketing automation e comprenderne vantaggi e funzionalità.

Perché è importante creare workflow per il proprio E-commerce?

Prima di cimentarci nell’esempio di workflow che è possibile realizzare, fermiamoci un attimo per capire meglio perché farlo.

È importantissimo comprendere perché conviene impiegare tempo, risorse e una parte significativa del proprio budget di marketing in questo specifico tipo di attività.

Fare marketing automation ti consente di:

  • essere presente per l’utente prima e il cliente poi in tutte le fasi più importanti del processo di acquisto;
  • rendere possibile il passaggio precedente disegnando l’esperienza utente in un apposito workflow una sola volta;
  • fare in modo che tutto questo sia possibile in un processo automatico.

I 3 punti precedentemente menzionati sono inequivocabilmente legati a doppio nodo tra loro.

Il workflow di esempio che vedremo come realizzare, ti consentirà di automatizzare un’azione fondamentale per gli utenti.

Gran parte dei CMS (acronimo di Content Management System) perfetti per la creazione di e-commerce, come Magento, PrestaShop e Shopify, dispongono già di questo tipo di automatismo.

Lo scopo non è imparare a creare questo workflow, ma capire i meccanismi che gravitano intorno al marketing automation per comprenderne l’utilità. 

L’enorme vantaggio associato alla creazione di workflow in prima persona risiede però nella completa personalizzazione di questi flussi.

Basandoti sul target specifico che intendi raggiungere tramite questi automatismi, e in base alle specifiche esperienze d’acquisto previste per la tua tipologia di E-commerce, potrai creare un’esperienza cucita su misura delle esigenze dei tuoi clienti (e del tuo business). 

Esempio di workflow per l’aggiornamento del cliente sulle spedizioni

Uno dei touchpoint fondamentali per la cura della relazione con i propri clienti con un E-commerce, consiste nelle comunicazioni che avvengono dopo il completamento della transazione. 

Per ogni cliente è infatti estremamente utile sapere ogni sviluppo, anche per farsi un’idea delle tempistiche che dovrà attendere prima di poter usufruire di quanto ha acquistato.

Per questo motivo, avere un workflow automatizzato che comunichi in modo puntuale e personalizzato al cliente che il suo pacco è stato spedito, avendo cura di notificargli ogni evoluzione del processo di spedizione, è importantissimo per tranquillizzarlo e fornirgli tutte le specifiche di cui ha bisogno.

I workflow basati sul cambio di stato sono la soluzione ideale per questo tipo di problematiche.

Non appena l’ordine cambia di stato, all’interno del workflow dev’essere segnata un’azione specifica, che fa mutare lo stato dell’ordine da “in attesa di essere spedito” a “spedito” (opportunamente collegato al sito che si occupa delle spedizioni del tuo e-commerce, o del sito che si occupa di selezionare la ditta di spedizione che consegnerà l’ordine al tuo cliente). Avvenuto questo passaggio di stato, è fondamentale designare l’invio di una mail automatica al cliente che gli notifichi la spedizione del suo ordine. (Mi raccomando: Assicurati sempre di creare una comunicazione personale con il tuo cliente.
Imposta automatismi che ti consentano di aggiungere il suo nome; valuta se creare un tipo di comunicazione in base alla categoria del prodotto, rendendo questo un momento di notifica, e al contempo un momento di comunicazione one-to-one che lo farà sentire considerato).

 

Settare questo workflow su un CMS pensato per creare e-commerce non è necessario.

Anzi, è molto più semplice rispetto ad eseguire questa operazione mediante un tool di marketing automation.

L’obiettivo è creare questa automazione semplice per esercitarsi ed acquisire il mindset giusto per creare workflow complessi, che ti consentano automatizzare molte azioni, senza rinunciare ad una comunicazione puntuale e personalizzata con ciascun cliente.

Menu